ParaPioggia

Protettivo idrorepellente di ultima generazione ad elevata resistenza all’invecchiamento per superfici intonacate e “faccia a vista”

parapioggia-cop

Il degrado delle superfici murarie

La causa maggiore del rapido degrado delle murature si deve all’azione combinata dell’acqua e del vento. Tale combinazione riesce infatti a far penetrare l’acqua in profondità attraverso le lesioni e le microlesioni sempre presenti nelle superfici. Le conseguenze principali sono quelle di una forte perdita del potere coibentante della parete, favorendo la creazione di ponti termici e conseguente proliferazione di muschi, funghi o licheni all’interno delle abitazioni.

Anche durante il successivo periodo di asciugatura, l’acqua produrrà sulle superfici esterne ulteriori danni estetici per la trasmigrazione di sali o di residui calcarei. Per mantenere intatte nel tempo le finiture degli stabili e nel contempo conservare il valore degli immobili risulta di fondamentale importanza prevedere una manutenzione periodica e adeguata delle superfici utilizzando il protettivo di nuova generazione TRF500.

Fasi

Manutenzione: risparmio e convenienza

I costi per la protezione delle superfici vengono ammortizzati in tempi rapidissimi in quanto, oltre a ridurre in maniera considerevole gli interventi di riparazione e manutenzione, le murature asciutte evitano la formazione di ponti termici in grado di favorire la proliferazione di muschi, funghi e licheni sia all’interno che all’esterno dell’edificio, producendo, tra l’altro, un notevole risparmio energetico.

Caratteristiche e precauzioni

Prodotto non pellicolante in grado di non ridurre la permeabilità dei supporti trattati. Prodotto non infiammabile. Da non ingerire. Tenere lontano dalla portata dei bambini. Non produce variazioni cromatiche sui supporti trattati. Non produce alcun tipo di sottoprodotto da reazione. Non contiene solventi alifatici.

Descrizione

Il copolimero silanico florurato in soluzione idroalcolica demineralizzata è in grado di proteggere tutti i tipi di murature dall’azione combinata dell’acqua e del vento.Formulato monocomponente, particolarmente indicato per trattamenti protettivi idrofobizzanti di tutti i materiali lapidei e da costruzione esposti agli agenti atmosferici. Si caratterizza per elevate doti di idrorepellenza unitamente a una forte resistenza all’invecchiamento da raggi UV.

ponte

Perchè trattare il calcestruzzo

L’importanza di preservare il “copriferro” nelle opere in CLS risulta ampiamente conosciuta. Il TRF500, oltre a garantire tale necessità con costi contenutissimi rispetto ai vari cicli di verniciatura coprenti, assicura la non ossidazione dei ferri d’armatura e nel contempo mantiene la superficie “faccia a vista” come ideata dal progettista.

Promuovi Tecnored